SORBETTI ALLA FRUTTA: NUTRIENTI E RINFRESCANTI

Il sorbetto è un gelato preparato solo con purea di frutta e zucchero. L’estate, che ci regala frutti golosi e abbondanti, è la stagione ideale per servirlo a merenda o come dessert. Il sorbetto, contrariamente al gelato, è privo di panna, latte, uova e altri grassi e questo lo rende un prodotto più digeribile e meno calorico.

La nascita del sorbetto è quasi sicuramente dovuta agli arabi che durante la loro dominazione in Sicilia inventarono una bevanda leggermente gelata, a base di acqua, frutta e dolcificanti chiamata sherbet, utilizzando la neve della cima del vulcano Etna.

La Sicilia, centro di scambi e incontri tra culture, ha giocato un ruolo chiave nella storia del gelato. La neve dell’Etna è stata per secoli la materia prima per la produzione dei sorbetti. Dal vulcano veniva raccolta e poi depositata in neviere situate presso i centri abitati. Le più note sono le 26 antiche neviere di Buccheri in provincia di Siracusa: una delle testimonianze attuali dell’uso di conservarla in depositi nelle città isolane è la presenza di strade che si chiamano “Via Neve” perché erano la loro sede. C’è n’è una a Catania, Agrigento, Lucca Sicula (AG), Petralia Sottana (PA), Caltagirone (CT).

Quindi, sebbene la Sicilia sia solo una delle candidate a terra natale del sorbetto, sicuramente è quella che più ha contribuito alla sua evoluzione e alla sua diffusione.

Il sorbetto si diffuse in Europa durante il Rinascimento. Alcune fonti parlano di una sua esportazione in Francia ad opera di Caterina de Medici quando, nel 1533, lasciò l’Italia per sposare il Duca di Orleans.

La vera svolta nella storia del gelato artigianale e la sua commercializzazione si deve al siciliano Francesco Procopio dei Coltelli, vissuto nel ‘600 e originario di Acitrezza. Suo nonno, deciso a perfezionare la preparazione del sorbetto arabo, gli aveva lasciato in eredità uno strano apparecchio inventato da lui stesso, con cui preparare gelati più buoni di quelli dei saraceni. Procopio si trasferì a Parigi e nel 1686 aprì il “Cafè Procope” dove iniziò a vendere i suoi dolci prodotti. Presto la sua fama raggiunse la corte reale, tanto che Luigi XIV gli assegnò l’esclusiva per la vendita di “acque gelate” (le moderne granite) e dei gelati alla frutta. L’uso di materie prime ottime (la neve era portata a Parigi direttamente dalle Alpi) e la frequentazione di intellettuali e personaggi dell’alta società, resero il “Cafè Procope” il più celebre ritrovo letterario di tutta la Francia.

Il sorbetto si prepara con una purea di frutta addizionata con acqua, succo di limone e zucchero, che viene successivamente gelata con una gelatiera.

Si può preparare anche senza gelatiera, mettendo il composto nel congelatore e mescolandolo periodicamente mentre la miscela si congela.

Il sorbetto, per eccellenza, è quello al limone ma è possibile preparare sorbetti con qualsiasi frutto, usando la fantasia e il vostro gusto.

SORBETTO AL LIMONE

Ingredienti:

· 400 ml. di acqua

· 150 ml. di succo di limone

· 200 gr. di zucchero

· 1 pezzetto di scorza di limone non trattato

Preparazione:

· Prendete un pentolino e mettete l’acqua, lo zucchero e la scorza del limone, fate scaldare bene in modo che si sciolga del tutto lo zucchero, poi togliete dal fuoco e fate raffreddare lo sciroppo a temperatura ambiente.

· Quando lo sciroppo sarà freddo togliete la scorza di limone e aggiungete il succo di limone, mescolate bene e trasferite questo composto in un contenitore basso che possa andare in freezer e lasciatevelo per almeno 10/12 ore.

· Al momento di servire prendete il sorbetto e dividetelo in pezzi che metterete nel frullatore per ammorbidirlo. Versatelo in bicchieri alti e guarnite con fettina di limone.

SORBETTO AL CIOCCOLATO

Una versione che non tutti conoscono è quella del sorbetto al cioccolato, un gelato prodotto con cioccolato in tavoletta sciolto nell’acqua e zucchero.

Questo sorbetto è l’ideale per gli amanti del cioccolato che sono intolleranti ai latticini e alle uova, perché pur essendo un sorbetto ha caratteristiche nutritive e di gusto molto simili a quelle del gelato.

Ingredienti:

· 200 gr. di cioccolato fondente

· 150 gr. di zucchero

· 500 cc. di acqua


Preparazione:

· In un pentolino mettere a riscaldare l’acqua assieme allo zucchero finché non si sarà sciolto.

· In un altro contenitore, a fuoco molto basso, fate fondere il cioccolato con l’aggiunta di qualche cucchiaio di acqua.

· Mescolate, successivamente, lo sciroppo assieme al cioccolato fuso e lasciate raffreddare.

· Versate il tutto nella gelatiera oppure seguite il procedimento indicato per il sorbetto al limone.

Buona estate a tutti!!

Antonina Torre