Vilmes ito

Non credere a nessuno neanche se te lo dico io

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
E-mail Stampa PDF

 

Saga di Erik il Rosso

tratto da:

La scoperta dell’America
dagli uomini del Nord.

Di North Ludlow Beamish

 

 

Scoperta e colonizzazione della Greenland A. D. 985


Un uomo chiamato Thorvald, figlio di Osvald, figlio di Ulf-Oxne-Thorersson.

Thorvald ed Erik il Rosso, suo figlio, se ne andarono da Jæderen (ora Jæren, località della Norvegia), in Islanda “a causa di alcuni omicidi". (Thorvald e suo figlio furono esiliati).
A quel tempo l'Islanda era colonizzata in larga parte.

Vissero prima a Drange a Hornstrand.

Lì morì Thorvald. (Thorvald Ásvaldsson (Old Norse: Þórvaldr Ásvaldsson) è stato il padre dei colonizzatori della Greenland, Erik the Red, e nonno di Leif Erikson).

Eric sposò poi Thorhild, figlia di Jörund (Jaerunda) e Thorbierg (Thorbjorg) Knarrarbringa, che in seguito sposò Thorbiorn the Hökdöter (Haukadal).
Andò Eric allora a nord e si fermò a Eristad vicino a Vatnshorn.

Il figlio di Erik e Thorhild si chiamava Leif.
Ma dopo il massacro di Eyulf Sör e di Rafn l’omicida del duello, Erik fu bandito da Hökedal, e se ne andò a ovest a Breidafirth e si stabilì a Öxney a Erikstad.

Ha prestato a Thorgest i suoi posti a sedere, che non li ha restituiti, lui li ha poi richiesti.

Da lì litigò e combatté contro loro, i Thorgesters, come dice la saga di Erik.

Styr Thorgrimsson aiutò Erik nella disputa, e anche Eyulf di Sviney e i figli di Brand di Alptafirth e Thorbiorn Vifilsson.

Ma i Thorgesters furono aiutati dai figli di Thord Geller e Thorgeir di Hitardal.

Erik fu messo al bando a Thorness Thing. Eric Approntò allora la sua nave a salpare a Ericsvág, ma quando fu pronto, Styr e gli altri lo seguirono fuori in giro per le isole.

Erik disse loro che intendeva cercare la terra che vide il figlio di Gunbiorn Ulf Krage, quando fu spinto verso ovest attraverso l'oceano, quando trovò Gunnbiorn's Skerry.

Disse che doveva tornare indietro per i suoi amici, se avesse trovato la terra. Erik salpò da Snowfells-Jokul. Egli trovò la terra, e venne via da essa, che chiamò Midjokul; è chiamata ora Blaserk.
Andò poi da lì verso sud lungo la terra per cercare, se la landa poteva essere adatta per l'insediamento. Il primo inverno fu a Eriksey, quasi nel mezzo degli insediamenti orientale; la primavera dopo è andato a Ericsfirth e vi pose la sua dimora. Andò quell'estate in lungo e in largo nelle tratte disabitate occidentali e diede nomi a molti di quei luoghi.

Il secondo inverno era a Holme di Rafnsgnipa, ma la terza estate andò in Islanda e arrivò con la sua nave a Breida Firth. Chiamò la terra, che aveva trovato, Greenland, poiché diceva “la gente sarà attratta da lì, se la terra ha un buon nome.”
Erik era in Islanda durante l'inverno, ma l'estate dopo che era uscito per colonizzare la terra, visse a Brattalid a Ericsfirth. (fiordo di Eric).
Quindi dicono le persone informate, che nella stessa estate, dopo che Eric il Rosso partì per stabilirsi in Groenlandia, tre decine e mezzo di navi salparono da Breidafirth e Borgarfirth, ma solo quattordici uscirono in quella direzione, alcune furono respinte indietro e altre naufragarono.
Erano quindici inverni prima che il cristianesimo fosse stabilito per legge in Islanda,nella stessa estate andarono via Frederic il bishop e Thorvald Kodransson. Questi uomini hanno preso terra in Groenlandia, chi poi andò con Eric: Heriulf Heriulfsfirth, che visse a Heriulfsness; Ketil Ketilsfirth; Rafn Rafnsfirth; Sölve Sölvedal; Helge Thorbrandsson Alptafirth; Thorbiorn Glora Siglefirth; Einar Einarsfirth; Hafgrim Hafgrimsfirth e Vatnehverf; Arnlög Arnlögsfirth; ma alcuni andarono nell'insediamento occidentale.

L'affermazione sopra riportata di questi avvenimenti che hanno avuto luogo "quindici inverni prima che il cristianesimo fosse stabilito dalla legge islandese" ci consente di fissare con certezza, il periodo esatto in cui l'insediamento finale è stato fatto da Erik e dai suoi seguaci in Groenlandia, vale a dire, AD 985: il cristianesimo è stato fondato in Islanda nell'anno 1000.

Leif il felice è stato battezzato.

Quando passarono sedici inverni, da quando Eric il Rosso uscì per stabilirsi in Groenlandia, il figlio di Eric Leif, partì dalla Groenlandia alla Norvegia. Andò a Drontheim in autunno, quando il re Olaf, figlio di Trygve, era venuto da Halogaland. Leif ormeggiò la sua nave a Nidaros e si recò subito a far visita al re Olaf. Dichiarò al re la sua lealtà, a lui, come gli altri pagani che venivano a trovarlo.

E' stato così facile per il re disquisire con Leif; fu poi battezzato e anche tutti i suoi compagni di nave. Leif rimase con il re tutto l'inverno ben trattato.

 

 

Ho usato i traduttori on line, certamente vi sono errori, se poi si pensi, l'originale era un testo islandese, che poi è stato tradotto in Inglese ed ora in Italiano.
In alcuni passi, per avere un buon senso ho attinto ad altre traduzioni in rete.

20/05/2019

 

 

You are here Scoperta e colonizzazione della Greenland A. D. 985